Inserisci qui sotto la tua email:

22/9 ore 19,00 - Presentazione libro Vite senza corpi

Roma, San Lorenzo, Piazza dell'Immacolata
intervengono il ministro Duhalde e il PM Caporale
All'interno della Settimana delle Biblioteche Solidali

Ore 19,00   
Presentazione del libro: “Vite senza corpi. Memoria, verità e giustizia per i desaparecidos italiani all’ESMA”, a cura di Jorge Ithurburu e Cristiano Colombi, Edizioni Gorée.

Intervengono: Eduardo Luis Duhalde (Segretario per i Diritti Umani del Governo argentino) e Francesco Caporale (Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Roma).
Modera: Cecilia Rinaldini (giornalista Radio RAI). Saranno presenti i curatori. Letture: Laura Sales.
Interventi musicali degli ESTALEGAL (Anna Fabrizi, voce, Renato Bonanni, chitarre, Stefano Ferretti, pianoforte).

Ore 21,00   
Proiezione del Film "Noi che siamo ancora vive" di Daniele Cini

Info: S.A.L. onlus, 347 8236976, info@saldelatierra.org

__________________

“Vite senza corpi:  memoria, verità e giustizia sui desaparecidos italiani all’ESMA”
Il libro “Vite senza corpi”, a cura di J. Ithurburu e C. Colombi, prende spunto dal processo sulla tragica vicenda dell’ESMA (Escuela Superior de Mecánica de la Armada) il più noto centro di detenzione clandestina allestito durante l’ultima dittatura argentina. Il libro vuole rispecchiare l’agire del comitato promotore del processo, formato da un insieme di associazioni, Enti e professionisti, donne e uomini di buona volontà che a vario titolo hanno dato il loro apporto. Tutti gli autori hanno partecipato direttamente e senza esclusione al processo come avvocati della difesa di parte civile, pubblico ministero, giornalisti, testimoni e persone informate sui fatti. A ciascuno di loro è stato chiesto di ricostruire, dal proprio punto di vista, cosa abbia rappresentato la vicenda dei desaparecidos: cosa possiamo imparare da questo dolore? quali elementi di riflessione possono contribuire oggi alla nostra vita civile e democratica?
 
“Noi che siamo ancora vive” di Daniele Cini
Il film "Noi che siamo ancora vive" è la storia e la memoria dell’orrore raccontata da chi oggi “risuscita”: le sopravvissute che hanno finora taciuto, le ragazze che hanno scoperto di essere state allevate dai carnefici dei loro veri genitori, i resti dei corpi che, riaffiorando alla luce, confermano e accusano, le nonne che riprendono coraggio ritrovando i nipoti, i giudici che finalmente condannano gli aguzzini, i luoghi dell’orrore che si trasformano in musei della memoria. Tutta la nuova fase politica argentina attraverso la voce delle donne testimoni in un lungo processo penale svolto in Italia, quando ancora in Argentina i militari non si potevano processare e che oggi ritrovano una speranza nella memoria e nella giustizia.

Pubblicato il 2011-09-20 12:07:15

Torna alla homepage Vai all'archivio notizie

Commenta l'articolo letto:

Nome:

Commento
(Max 250):

 










Powered by: